fbpx

L’obiettivo dell’osteopata è quello di trovare e trattare, attraverso tecniche manuali specifiche, le restrizioni di mobilità delle strutture corporee (ossa, muscoli, fasce, visceri) per restituire una migliore integrità funzionale e dare un nuovo equilibrio all’organismo.

L’osteopata innesca quei naturali processi di auto guarigione di cui il corpo è naturalmente dotato. Il trattamento osteopatico non prevede l’utilizzo di farmaci, strumenti medicali o elettromedicali, ed è per questo presentato come alternativa naturale ai tradizionali trattamenti di guarigione.

Sistema muscolo-scheletrico

Mal di schiena, dolori cervicali, torcicollo, dolori dorsali/costali e intercostali, colpo di frusta, dolori post-traumatici da incidenti, scoliosi.

Dolori articolari, traumi, distorsioni, tendiniti. A carico di spalla, gomito, polso, anca, ginocchio, caviglia.

Es. più frequenti: conflitto sub-acromiale, epicondilite, tendinite rotulea e Achillea, fascite plantare.

Sistema neurologico

Sciatiche, cruralgie, nevralgie otturatorie, cervico-brachialgie, sindrome del tunnel carpale.

Sistema digerente e intestinale

Acidità gastrica, ernia iatale, stitichezza, diarrea, colite, ecc.

Sistema Craniale e Otorinolaringoiatrico

Cefalee, emicranie, nevralgie facciali, disturbi a carico dell’articolazione temporo-mandibolare, riniti, sinusiti, abbassamento della voce, acufeni, ronzii, alcuni tipi di vertigini, problemi di deglutizione.

Sistema genito-urinario

Turbe della menopausa, alcuni tipi di incontinenza, dolori pelvici, dolori durante i rapporti, alcuni disturbi del ciclo mestruale.

Gravidanza

Sciatiche e cruralgie post-partum, dolori pelvici ecc.

L’osteopatia si propone come una terapia manuale, delicata e mai invasiva per la futura mamma, che mira a consentire il miglior adattamento possibile dell’organismo ai cambiamenti associati alla gravidanza.

Neonati

L’Osteopatia è un approccio sicuro e naturale per la salvaguardia e la promozione della salute, anche, e soprattutto, in età pediatrica.

Disturbi del sonno, problemi ORL, disturbi digestivi (reflusso), costipazione, plagiocefalia.

Il limite, e quindi le controindicazioni, si ha nel momento in cui si instaura una patologia organica che provoca gravi lesioni anatomiche, e ovviamente in tutti i casi di urgenze mediche: qui non siamo più nel campo dell’osteopatia, poiché le sole difese dell’organismo non sono più sufficienti da sole ad agire per contrastare il problema.

Hai una condizione fisica che ti arreca fastidio e/o dolore?
Prenota ora la tua prima visita.